I colori della Sicilia

Garibaldi - Entrata a Palermo
Spedizione dei Mille - 1860/1861
Campagna di Sicilia
Località rese memorabili da fatti di guerra
Carini
(nel 1860 contava: 12.674 abitanti)
Giuseppe Garibaldi

Una LAPIDE nel palazzo Cutietta, in corso Umberto, ricorda l'insurrezione popolare del 3 aprile, capeggiata da Antonio Curreri.
Il 18 aprile 1860, mentre i focolai dell'insurrezione si accendevano qua e là in tutta l'Isola, a Carini un distaccamento di circa 2000 borbonici, comandati dai generali Cataldo e Guttemberg, si scontrò nelle vicinanze del paese con un forte concentramento di insorti. Questi dapprima riuscirono a contrastare l'avanguardia nemica, ma poi dovettero ripiegare su Partinico.

Carini fu occupata dalle truppe borboniche, che si sfogarono con saccheggi e incendi e facendo strage di cittadini inermi, senza distinzione di sesso e di età.
Il 12 maggio una squadra di « picciotti » carinesi raggiunse a Salemi i Mille e li seguì fino al Volturno.
Cinque giorni dopo, il 17 maggio, arrivò a Carini Rosolino Pilo, precedendo l'avanzata dei garibaldini e recando l'annuncio della vittoria di Calatafìmi; vi costituì un Comitato e reclutò un migliaio di volontari. Il giorno seguente, Garibaldi giungeva a Partinico e a Borgetto, diretto verso Palermo.

Torna alla prima pagina
Pagina indice spedizione dei Mille
1860 / 1861 (immagine riservata)
A. Grifasi  14/03/02
Back to main page

Site colors design by Grifasi Studio « - Milano - Italy

Questa pagina è in linea dal 14 Marzo 2002
- E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi tipo di informazione contenuta in questa pagina, senza segnalarne la provenienza -
- Any form of whole or partial reproduction, of  texts, photos, illustrations is generally not permitted, with the exception of any with an expressed permission -